Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
1

Labirinto di Horta: visita al più antico giardino di Barcellona

Scopri i migliori Tour low cost a Barcellona vivicity Scopri i migliori Tour low cost a Barcellona Scegli e prenota la tua esperienza ideale

Il Labirinto di Horta è un parco poco conosciuto perché abbastanza periferico rispetto al centro (si trova infatti nel quartiere Horta-Guinardo, a nord del centro di Barcellona, vicino al Velodrom), ma proprio per questo conserva il suo fascino "segreto", essendo anche il giardino più antico del suo genere della città. Ideale per chi è con i bambini e ha tempo per esplorare Barcellona qualche giorno in più.

  • Informazioni

    Un po' di storia...
    La costruzione del  si deve a un nobile catalano che, alla fine del XVIII secolo decise di riconvertire la sua antica e grande proprietà familiare ad un giardino in stile neoclassico. Domenico Bagutti -architetto italiano- e Joseph Delvalet –giardiniere francese- organizzarono i tracciati, le piantagioni e la decorazione del giardino. A metà del XIX secolo venne realizzato un ampliamento, questa volta di carattere romantico. Nel 1969 il municipio di Barcellona apre finalmente il parco al pubblico, e nel 1993 comincia la sua ristrutturazione.

    Anche se la parte più conosciuta dei giardini è lo straordinario labirinto, i diversi percorsi, le statue e, in modo speciale, l’esuberante vegetazione, contribuiscono a rendere la vostra visita un’esperienza indimenticabile.

    La struttura del parco e le attrazioni da non perdere

    Parc del Laberint d Horta Barcelona wikipedia

    Il parco è diviso in diverse sezioni e ha un’estensione di 9 ettari. Il labirinto di siepi è l'attrazione principale (con la statua di Eros al centro), il Palazzo Desvalls, i vari giardini (neoclassico, romantico), la terrazza sopraelevata con vista sul parco dall'alto, le fontane, lo stagno e le sculture. Il parco è attualmente un giardino-museo con un numero di visitatori limitato a non più di 750 persone allo stesso tempo, al fine di preservare il delicato ambiente e le strutture della zona.

    Il Palazzo Desvalls, una gemma nascosta nel parco

    Proprio accanto all'ingresso del parco si trova l'ex palazzo della famiglia Desvalls, un edificio con elementi neoarabici e neogotici che dal 1993 ospita il Centre de Formació del Laberint (un istituto di educazione al giardinaggio di proprietà della città) e una biblioteca specializzata. Solo l'ala destra del palazzo è aperta al pubblico, mentre il resto dello spazio è chiuso perché buona parte è in rovina. Visitando gli uffici, se si chiede il permesso, è possibile vedere appese alle pareti le foto degli interni del palazzo Desvalls quando era ancora abitabile. La Torre Sobirana è un'antica torre di avvistamento medievale che fa anche parte di questo complesso.

    Il parco, che si estende su una superficie di 9,1 ettari, è diviso in due parti principali: il giardino neoclassico e il giardino romantico. Sparse per il parco ci sono numerose sculture, alcune raffiguranti motivi della mitologia greca e altre personaggi popolari, così come un certo numero di fontane, sorgenti e piscine.

    Il giardino neoclassico e le sue terrazze

    Il giardino neoclassico è composto da tre terrazze. Sulla terrazza inferiore si trova il labirinto di siepi che dà il nome al parco ed è ancora in uso: cimentatevi a risolverlo in compagnia dei vostri bambini, ma non siate avventati… trovare la via d’uscita non è così semplice! All'ingresso del labirinto, c'è un bassorilievo in marmo raffigurante Arianna e Teseo e al centro una statua del dio dell’amore Eros.

    Sulla terrazza intermedia, proprio sopra il labirinto, ci sono due padiglioni in stile italiano con colonne toscane e statue di Danae e Arianna, repliche di templi romani senza cella. Prima di salire sulla grande scalinata che vi porta al terzo livello potrete ammirare il busto di Dioniso, dio del vino ed dell’esuberanza.

    Sulla terza e più alta terrazza potrete invece visitare un padiglione dedicato alle nove muse, coronato da una scultura raffigurante arte e natura, ai piedi del quale si può leggere la frase in latino Artis Naturaque Parit Concordia Pulchrum (che tradotta in italiano significa "L'armonia tra arte e natura genera bellezza") e dall'altra parte: Ars Concors Foetum Naturae Matris Alumbrat ("L'arte armonica illumina il frutto di Madre Natura").

    Il giardino romantico e le sue cascate

    La parte romantica del giardino è divisa in una serie di piccole piazze quadrate sotto l’ombra di alberi altissimi. A nord di questa zona troverete una bellissima cascata che dopo la ristrutturazione ha perso il suo carattere originario. Il giardino romantico è stato costruito alludendo al tema della morte, in passato c’era persino una parte che riprendeva la struttura di un piccolo cimitero, mentre il giardino neoclassico con le statue della mitologia greca rimanda al tema dell’amore.
    Se avete ancora del tempo libero, prima o dopo la visita al parco, potreste fare una camminata nella foresta mediterranea che circonda i giardini per godere di una vista dall’alto su tutta Barcellona.

    Quando visitare Il Parco del Labirinto di Horta?

    Il giardino è aperto tutto l’anno, ma ogni stagione regala le sue particolarità. Andate in primavera per apprezzare l’incredibile fioritura di alberi e piante; una visita estiva potrebbe invece avere senso per una passeggiata al riparo dal caldo afoso tra i numerosi alberi di Cipresso.

    Curiosità e consigli per la visita

    Il giardino è stato scelto dal regista tedesco Tom Tykwer per girare le scene del film “Profumo, storia di un assassino“; ha ospitato i reali di Spagna per 3 volte e le terrazze intermedie hanno fatto da sfondo alle opere teatrali di Joan Maragall: nel 1989 venne rappresentata la tragedia di Ifigenia in Tauris di Goethe.

    Se siete muniti di pranzo al sacco potete utilizzare i tavoli da picnic all'entrata del parco. Il bar del chiosco presente nel parco non è l’ideale per i panini, ma può essere utile d’estate con i suoi freschi gelati. 

    Orari di apertura e prezzi dei biglietti

    • Dal 1 novembre al 31 marzo: dalle 10 alle 19 (a Natale apertura dalle 9 alle 14)
    • Dal 01 aprile al 31 ottobre: dalle 10 alle 20.

    Biglietto intero: 2,23€ Ridotto: 1,42€ (entrata gratis per i pensionati e i bambini fino ai 5 anni)
    L’ingresso è gratuito di mercoledì e domenica. L’entrata è possibile fino a un’ora prima della chiusura del parco, vi consigliamo di portare con voi un po’ di contanti dati i prezzi centesimali.

    Come arrivare al parco

    Arrivare al Labirinto di Horta è molto semplice con i mezzi pubblici. Se preferite la metropolitana, basta prendere la linea L3 fino alla fermata Mundet e poi seguire le indicazioni dei cartelli. Se siete in autobus le linee dirette e al parco sono 27, 45, 73, 76, 102 e 185.

     

  • Tour e Attività all'aperto
  • Dove si trova
    VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
    VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
    VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
1
Quanto ti è stata utile questa guida?
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Alloggi a Barcellona per tipologia

VIVI Barcellona è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0