Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
4

I parchi e i giardini più belli di Barcellona

Barcellona: Offerte e sconti per biglietti salta la coda e tour guidati vivicity Barcellona: Offerte e sconti per biglietti salta la coda e tour guidati Scegli e prenota la tua esperienza ideale
Foto copertina di Camila Pastorelli via flickr

Terrazze panoramiche, famose opere d’arte, romantici labirinti, scopri tutto quel che si nasconde nei parchi e giardini di Barcellona. Il Parc Güell, il Parco della Ciutadella e il Parco del Labirinto di Horta sono solo alcuni dei parchi più famosi della capitale catalana che risplende di verde.

VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Un po' di respiro dal caos della città

Se pensate che le città di mare scarseggino di parchi e giardini, Barcellona vi sorprenderà per la vegetazione rigogliosa, le rare varietà di piante mediterranee e gli inebrianti fiori tra cui abbandonarsi per una sosta dal caos cittadino. Progettati da Antoni Gaudí o dedicati a Joan Miró, gli spazi verdi di Barcellona celebrano il genio catalano tra arte e natura.

Parc Güell, il parco "onirico" del genio Gaudí

Iniziamo dal più famoso parco di Barcellona che vi trasporterà nel mondo onirico del grande Gaudí.

IMG 9088 I lavori del parco iniziarono nel 1900 e ci vollero 14 anni di intenso lavoro! Fu solo dopo la morte di Gaudí, che il Parc Güell aprì al pubblico.

Dichiarato patrimonio mondiale dell’Unesco, i giardini di Gaudí sono una visione onirica in cui lasciarsi trasportare.

Cosa vedere nella zona monumentale a pagamento di Parc Güell

  • Teatro greco e piazza della natura: Un immenso piazzale da cui ammirare l’incantevole panorama di Barcellona dall’alto. Sulla terrazza troverete una coloratissima panca ondulata ideata da Gaudí.
  • Scalinata e salamandra: Dopodiché proseguite verso la scalinata dove si trova la famosa Salamandra del Parc Güell, che molti chiamano drago.
  • Sala ipostila, il Portico della Lavandaia, Casa del guardiano.

Parc Güell è diventato uno dei simboli più celebri di Barcellona. Per scoprirne di più sulla visita, leggete il nostro approfondimento Parc Güell: Natura e arte nel cuore di Barcellona.

BIGLIETTI D'INGRESSO PER LA ZONA MONUMENTALE DI PARC GUELL

Cosa vedere nella zona a ingresso libero di Parc Güell

Se amate i panorami, il Turó de les tres creus, la collina delle tre croci, e il belvedere del Virolai sono tra i punti più alti del parco da cui godere di un’ottima vista. Attraversate i viadotti che Gaudí face costruire per eventuali carrozze e infine non perdete la Casa Museo di Gaudí.

Come arrivare al Parc Güell

  • Indirizzo: Calle de Olot, 7
  • Orari di apertura: 1 Gennaio – 16 Febbraio, 8.30 – 18.15; 17 Febbraio – 24 Marzo, 8.30 – 19; 25 Marzo – 29 Aprile, 8 – 20.30; 30 Aprile – 26 Agosto, 8 – 21.30; 27 Agosto – 27 Ottobre, 8 – 20.30 ; 28 Ottobre – 31 Dicembre, 8.30 – 18.15
  • Trasporti:  Metro, L3 Lesseps e Vallcarca; Bus: 116 (fermata di fronte al parco), 24, 32, H6, bus Güell 

Parc de la Ciutadella, il parco più grande e amato di Barcellona

È il più grande parco di Barcellona, uno dei preferiti sia dai turisti che degli abitanti poiché è stato per molto tempo l’unico parco della città.

parco della ciutadellafoto di Joerg via flickrOasi verde tra il quartiere Born e la Barceloneta, e palcoscenico di tanti eventi, tra cui la famosa Festa de la Mercé, il Parc de la Ciutadella è tappa obbligatoria.

Non è solo un grande polmone verde dove rilassarsi, ma anche un centro dal grande patrimonio storico e culturale.

Il nome deriva dalla cittadella militare che Filippo V face costruire per difendere Barcellona. Dopo la rivoluzione del 1868 (la Gloriosa o Revolución de Septiembre) il Generale Prim cedette i terreni alla nascente borghesia catalana a condizione che vi si costruisse un grande parco pubblico e Josép Fontseré vinse il concorso per la progettazione del parco. 

Cosa vedere al Parc de la Ciutadella

  • La Cascata Monumentale: è stata progettata da Josep Fontseré con l’aiuto di un giovanissimo Antoni Gaudí, che ha realizzato personalmente i due medaglioni decorativi nella parte superiore. Al centro della cascata vedrete la scultura dell’artista catalano Venanci Vallmitjana che rappresenta il Nacimiento de Venus.
  • Il Castello dei tre dragoni: uno dei primi esempi di palazzo modernista, in passato ospitava il museo di Zoologia di Barcellona, ma ora è chiuso al pubblico.
  • Umbraculo: la grande serra che ospita diverse varietà di piante subtropicali.
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
  • Omaggio a Picasso di Antoni Tàpies: situata all’ingresso del parco, su Passeig de Picasso, la bizzarra opera d’arte è un omaggio di Antoni Tapies a Pablo Picasso. Impossibile non vedere il cubo di vetro che contiene pezzi di vecchi mobili e travi d’acciaio, con l’acqua che scorre lungo le pareti.
  • Parlamento della Catalogna: l’ex arsenale della Ciutadella lasciò il posto all’attuale Parlamento della Catalogna. Chiuso durante il franchismo, il palazzo vi accoglierà all’ingresso con una dedica ai catalani che morirono per la libertà.
  • Il laghetto: situato davanti al Parlamento, circondato da immensi cipressi delle paludi e ornato dalla scultura del Desconsol, posta al centro, simbolo del modernismo catalano. Da non perdere un rilassante giro in barca.  Sulla strada che porta dal laghetto alla cascata notate la ricostruzione del Mammuth in pietra. Salutate poi la celebre Dama con l’Ombrello.

Al Parc de la Ciutadella, infine, troverete anche lo zoo di Barcellona.

Come arrivare al Parc de la Ciutadella

  • Ingressi: Passeig de Picasso 21 o Passeig de Pujades 5
  • Orario di apertura: tutti i giorni dalle 10 al tramonto
  • Prezzo: ingresso gratuito
  • Trasporti: Metro, L1 Arc de Triomf o L4 Barceloneta/Villa Olimpica - Bus, linee 39, 40, 41, 41, 51, 120, 141 e bus turistico - Tram, T4 Wellington

Parc del Laberint d'Horta: il più antico giardino di Barcellona

Il Parco del Labirinto di Horta è uno dei parchi più belli di Barcellona, nel quartiere di Horta.

Laberint d Horta Boixos wikipediaPerdetevi nel labirinto tra fitti filari di cipressi, la statua di Eros e i romantici tempietti in stile classico. Attraversate il giardino dei bossi dove i bambini saranno contenti di vedere sculture vegetali a forma di diversi animali.

Proseguite per il giardino domestico dove ammirare la bellezza delle camelie.

Infine, prendetevi tutto il tempo che volete tra fiori dell’amore, passiflora e gelsomini nel giardino romantico, che tra l’altro è stato il set di alcune scene del film "Profumo, storia di un assassino".

Il Parco del Labirinto di Horta è un vero paradiso da non perdere, soprattutto d’estate quando ospita concerti di musica classica. Cosa c’è di meglio di ascoltare Bach e Beethoven tra statue dei miti greci e il profumo di gelsomino in una notte d’estate? Scoprite di più su questo antico parco di Barcellona nel nostro articolo dedicato.

Come arrivare al Parco del Labirinto di Horta

  • Indirizzo: passeig Castanyers y c/ Germans Desvalls
  • Orari di apertura: 1 Novembre - 31 Marzo, 10 - 19; 1 Aprile - 30 Ottobre, 10 - 20; 25 Dicembre 9 - 14
  • Prezzo: intero 2,23 euro – ridotto 1,42 euro
  • Trasporti: Metro L3 Mundet; Bus, n. 27, 60, 76 e H14

Il Giardino Botanico storico: gli alberi più alti di Barcellona sono qui!

Una vera chicca da non perdere, il Giardino Botanico storico è situato sulla collina del Montjuïc in una incantevole oasi di pace con vista sulla città e sul mare.

Una collezione di piante di diverse varietà

L’antico parco oggi custodisce una importante collezione di piante di diverse varietà, dalle specie tipiche del clima mediterraneo come quelle provenienti dalle isole Baleari o dai Pirenei fino a quelle più esotiche, provenienti dall’America Centrale. Ricavato in due antiche cave di pietra del Montjuïc, il giardino storico, inoltre, mantiene nella parte inferiore una temperatura di 4° più bassa, cosa che favorisce la crescita di piante tipiche dei climi più freddi, rare a Barcellona.

Esplorate il parco partendo dalla cascata nel Foro dello stagno, ascoltando il suono dell’acqua.

giardino botanico casa ruralefoto di malditofriki via flickrPassate dalla masia catalana, tipica costruzione rurale che deriva dalle antiche ville romane del foro della Masía.

Curiosate nel piccolo orto ecologico dove troverete le tipiche varietà di ortaggi della Catalogna. Proseguite nel giardino sensoriale e lasciatevi inebriare dalle piante più bizzarre, come la “mimosa pudica” che al minimo contatto chiude le foglie.

Sappiate che il giardino storico custodisce gli alberi più alti di Barcellona, li troverete in particolare nel Sot de l’Estany. Allora rinfrescatevi all’ombra delle alte fronde o rilassatevi stesi al sole sul prato accanto alla Masia Catalana.

Come arrivare al Giardino Botanico storico

  • Indirizzo: Av. dels Montanyans, 26
  • Orario di apertura: Novembre, Dicembre e Gennaio, lunedì - domenica, 10 - 18; Febbraio, Marzo, lunedì - domenica, 10 - 18; Aprile, Maggio, Settembre e Ottobre, lunedì - domenica, 10 - 19; Giugno, Luglio e Agosto, lunedì - domenica, 10 - 20
  • Prezzo: gratis
  • Trasporti: Metro, L1 e L3 Plaça Espanya; Bus, n. 150 Pl. Espanya-Castell de Montjuïc

Il nuovo Giardino Botanico: il parco delle piante mediterranee

Creato nel 1990, il nuovo giardino botanico completa il giardino botanico storico. Il parco è facilmente percorribile anche con bambini e passeggini, raggruppa la piante secondo il criterio di “mediterraneità”.

giardino botanico storicoLe 4000 specie provengono da cinque regioni del mondo con clima mediterraneo: il bacino mediterraneo chiaramente, la zona ovest della California, la parte centrale del Cile e le estremità più meridionali dell’Africa del sud e dell’Australia.

  • I due giardini botanici, distanti solo 10 minuti a piedi, costituiscono due dei cinque siti del Museo delle scienze Naturali di Barcellona.

Come arrivare al nuovo Giardino Botanico

  • Indirizzo: Parc de Montjuïc, Dr. Font i Quer, 2
  • Orario di apetura: lunedì – domenica 10 - 19
  • Prezzo: il biglietto base per un adulto costa 3,50 euro
  • Trasporti: Metro, L1 e L3, Plaça Espanya; Bus, n. 150, 13, 55
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Parc Joan Miró, il parco vista mare dedicato al pittore catalano

È il parco meno conosciuto dai turisti nonostante si trovi vicino al Montjuïc.

parc joan mirofoto via pinterestSorge dove un tempo si trovava il mattatoio, perciò era chiamato anche "parco dell'Escorxador". Oggi il parco dedicato al pittore catalano Joan Miró custodisce una delle sue opere più famose, Dona i Ocell, Donna e Uccello.

Riservate, dunque, un momento per una tranquilla passeggiata in questo parco su due livelli, con vista sul mare, tra pini, palme e fiori colorati.

Come arrivare al Parco Miró 

  • Indirizzo: Carrer Aragó, 2
  • Orari di apertura: Dicembre, Gennaio e Febbraio, tutti i giorni 10 – 18; Marzo e Novembre, 10 – 19; Aprile e Ottobre, 10 – 20; Maggio - Settembre, 10 – 21
  • Prezzo: gratis
  • Trasporti: Metro, L1 e L3 Espanya, L3 Tarragona; Bus, n. 27, 30, 43, 44, 109 e bus turistico.

E voi quale parco di Barcellona preferite? Ditecelo in un commento all'articolo!

4
Quanto ti è stata utile questa guida?
Foto copertina di Camila Pastorelli via flickr
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Alloggi a Barcellona per tipologia

VIVI Barcellona è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0