Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
14

Le più belle spiagge cittadine di Barcellona

Foto copertina di virreis via instagram

Un bagnasciuga continuo, totalmente pubblico, dove godersi momenti di relax o cercare la movida, tra i chiringuitos e le feste in riva al mare: Barcellona è anche questo. Cinque chilometri di spiaggia che corrono lungo la città, facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici. Ecco una lista di tutte le spiagge cittadine di Barcellona.

VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

1 Banys del Forum Barcellonafoto di jofrevil via instagramZona de Banys del Fòrum

Difficile etichettarla come “spiaggia”, nel senso più stretto del termine. E’ più una piscina di acqua salata dove si può fare il bagno (non spingetevi oltre la zona delimitata). Non c’è sabbia, e nemmeno il caos che troverete nelle altre spiagge. Ovviamente, perché si trova lontana dal centro. Forse, la spiaggia più “fotogenica” di Barcellona, grazie anche al suo distintivo impianto fotovoltaico e ai grandi complessi architettonici che le fa da sfondo.

Potete arrivare in metro, scendendo a Maresme/Fòrum. O in bus, con le linee 7, 36, 43 e 141. Biglietti a 2,15€.

  • Come detto, è un po’ fuori dal centro. Si nota: non pullula di bar e chiringuitos. Per trovare qualcosa, superate il parco lungo la spiaggia e passate la Ronda Litoral. Tanti i negozi. Dunque, zona adatta agli appassionati di shopping.

2 Platja de Llevantfoto di aidadelacruz_oficial instagramPlatja de Llevant

La spiaggia più giovane di Barcellona, inaugurata solo nel 2006. Un recupero importante di un’area che, ancora oggi, conserva tracce della sua storia operaia. Oggi, al posto del grigiore dell’area industriale, c’è una gola di sabbia su cui rilassarsi e godersi il panorama.

Il mezzo migliore per raggiungere la spiaggia è il bus: line H16, con fermata a Passeig Taulat, al costo di un ticket cittadino: 2,15€. Quindi, una breve camminata.

  • C’è la possibilità di sorseggiare un cocktail o una birra a pochi metri dal bagnasciuga. Al Bambù Beach Bar: clima poco pretenzioso e prezzi alla portata.

3 Nova Mar Bellafoto di myfemalepersuasion instagramNova Mar Bella

E’ considerata la spiaggia di Barcellona più distensiva e silenziosa, anche perché non così vicina alla città. Dunque, è anche la meno affollata, soprattutto di turisti. Ed è, altresì, quella col mare più limpido. Ecco perché, da molti, è considerata la spiaggia migliore di Barcellona.

E’ facile da raggiungere: linea gialla della metro fino a Selva de Mar e altri 15 minuti a piedi. Costo ticket metro di 2,15€. Il bus si ferma in una via più vicina alla spiaggia. Prendete la linea H16 fino a Passeig Taulat.

  • Un drink in riva al mare: uno solo chiringuito, il Natura. D’altronde, come detto, è poco frequentata e turistica. Ambiente casual e buon rapporto qualità-prezzo.

4 Mar Bellafoto di virreis via instagramMar Bella

Nome simile, posizione anche, ma non confondetevi con Nova Mar Bella. Rischiate di rimanere molto sorpresi. Infatti, Mar Bella è la spiaggia naturista (per lunghi tratti nudista) e gay-friendly più famosa di Barcellona.

Non per questo, però, è vietato andarci in coppia, tranquillamente vestiti.

Come arrivare: linea gialla della metro fino a Selva de Mar e altri 15 minuti a piedi. Costo ticket metro di 2,15€. Stesso prezzo del biglietto del bus. Si deve scendere a Passeig Calvell, dove fermano l’H16 e il V27.

Hotel, mercato e chiringuitos: nelle vicinanze della spiaggia si trova l’Hotel Occidental Atenea Mar, struttura a buon prezzo, dalle modeste pretese che, però, gode di una stupenda vista sul mare.

  • Poco lontano si trova il Palo Alto Market, mercatino che si svolge durante il primo weekend di ogni mese. Soprattutto, cibo, manufatti e design.

  • Sulla spiaggia, il chiringuito Buda Beach e il BeGay, locale gay-friendly.

5 Bogatellfoto di chalitova via instagramBogatell

Paso dopo passo, avviciniamoci al centro città. La spiaggia di Bogatell è perfetta per gli amanti dell’attività fisica. Infatti, è costeggiata da un sentiero, completamente sicuro, adatto al jogging, al pattinaggio, allo skate e alla bicicletta. Accanto, un’ampia distesa di sabbia.

A pochi minuti dal centro, prendendo la linea gialla fino a Bogatell o Llacuna. Tariffa urbana; dunque, 2,15€.

Se preferite il bus: linea 59 con fermata Cementiri del’Est.

  • Ristoranti in zona: un chiringuito, il Xiringuito Escribà, se volete qualcosa di semplice e meno impegnativo. O, per qualcosa in più, l’Escamarlà: ristorante vista mare dove mangiare pesce e spendere il giusto.

6 Nuova Icariafoto di eirini_fr via instagramNova Icaria

Scordatevi la relativa calma delle spiagge descritte fino a ora. Nova Icaria si trova a due passi dal villaggio olimpico ed è super affollata, h24. Dagli appassionati della tintarella, dalle comitive di stranieri, da tutti quelli che smaltiscono una notte di bagordi e dai tanti appassionati di beach volley. Ma è doveroso avvertirvi: o siete dei semi-pro, o scordatevi di ritagliarvi un posticino in campo.

Facilmente raggiungibile. In metro, linea gialla, fermandovi a Ciutadella/Vila Olimpica (la spiaggia è sulla sinistra delle torri gemelle); oppure, sempre linea gialla, ma fermata Bogatell e una quindicina di minuti a piedi. Biglietto da 2,15€. In bus: stesso prezzo della metro, linee N6 e N8 con fermata Platja Nova Icaria.

Ha tanti bar, ristoranti, punti ristoro. Ma tutti piuttosto cari e, ovviamente, super turistici. L’Opium, il Pacha e lo Shoko, tra le discoteche più rinomate della città, danno direttamente sulla spiaggia.

7 Platja de Barcelonetafoto di zgzguia via instagramPlatja de Barceloneta

Vale lo stesso discorso fatto per Nova Icaria. Ma quelle di Barceloneta è, senza dubbio, la spiaggia cittadina più famosa di Barcellona. E si trova in fondo alla Rambla. Dunque, impossibile ignorarla.

In estate faticherete a trovare posto per il vostro telo. Accontentatevi, magari, di una semplice passeggiata sul bagnasciuga, godendovi le acrobazie di qualche surfista e soffermandovi davanti al famoso monumento di Rebecca Horn, l’Omaggio a Barceloneta.

E’ bello arrivarci a piedi, dopo aver percorso la Rambla e costeggiato il porto (lungo Passeig de Borbò) per una decina di minuti. Comunque, la fermata della metro più comoda è quella, ovviamente, di Barceloneta, lungo la linea gialla. Se state viaggiando in bus: stop a Platja de Barceloneta, linee 45 o 59. Prezzo di metro e bus è sempre quello: 2,15€. C’è anche un ampio parcheggio per auto (700 posti), ma, senza dubbio, non è il mezzo più comodo per raggiungere Barceloneta.

Mangiare, bere e alloggiare: come spiegato nell’articolo dedicato a Barceloneta , questo quartiere non è il più indicato per soggiornare. Troppa confusione. E’ adattissimo, invece, per fare un po’ di bella vita. A discapito del portafoglio: sulla spiaggia è difficile trovare un ristorante economico. Meglio spostarsi più verso il centro città per rifocillarsi e, nel caso, viversi in spiaggia aperitivo o post-cena.

8 Platja de Somorrostrofoto di tomatoes74hotmailcomPlatja de Somorrostro

Sorge nell’area che fu di un barrio da 15 mila barcellonesi. Tra cui, Carmen Amaya: la più famosa ballerina di flamenco della storia. Ecco perché la città ha voluto dare a questa parte di costa un’identità indipendente rispetto alla spiaggia di Barceloneta (di cui, in effetti, è uno spicchio).

E’ molto amata dagli sportivi, che qui posso trovare aree per giocare a pallavolo o attrezzi e spazi dedicati alla ginnastica e al fitness.

Il bus V27 vi porterà “direttamente in spiaggia”. Scendete a Passeig Maritim-Hospital del Mar. Biglietto a 2,15€. Se preferite la metro, anche se si trova un po’ più lontana, linea gialla con stop a Ciutadella/Vila Olimpica.

  •  In pratica, è Barceloneta. Con tutti i pro e contro che avete già letto. Di sicuro, l’ultimo dei problemi sarà trovare un baretto o un ristorante.

9 Sant Sebastiafoto di edersonlz via instagramSant Sebastià

Ed ecco l’ultima spiaggia cittadina di Barcellona. Sempre zona Barceloneta, ma estremità sud. In pratica, termina a ridosso dell’Hotel W, ormai simbolo della città grazie alla sua distintiva forma a vela.

E’ una spiaggia facilmente raggiungibile, sicuramente meno caotica della dirimpettaia e dotata di molti servizi: docce, punti informazione, croce rossa, altri punti di assistenza. Perciò, adatta alle famiglie.

Come arrivare: in metro, linea gialla fino alla fermata Barcelonet. Ticket da 2,15€ 

In bus: linea 39, con stop a Passeig de l’Escullera o Passeig Joan de Borbò. Sempre 2,15€.

Se siete in macchina, ricordatevi che c’è un parcheggio di circa 250 posti.

Cocktails e ristoranti: se desiderate bere qualcosa sulla sabbia, ma senza impelagarvi in locali troppo raffinati, il Petit Far Vela fa per voi. Non è “alla buona”, ma considerata la location...

Più ci si avvicina all’Hotel W, e più aumentano i ristoranti. Gallito, Pez Vela, Mamarosa Beach: giusto per fare i nomi più famosi. L’offerta è ampia, la qualità medio-alta, la vista spettacolare. I prezzi vanno di conseguenza.

14
Quanto ti è stato utile questo articolo?
Foto copertina di virreis via instagram

Alloggi a Barcellona per tipologia

VIVI Barcellona è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0