Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
13

Dove mangiare a Barcellona: Cultura della buona tavola e consigli pratici

foto copertina di Robert Young via flickr CC 2.0

Assaggiate le specialità della cucina catalana, spagnola, e internazionale, tra un pinchito tortilla, un piattone di paella, un oceano di tapas e il profumo del prosciutto serrano appena affettato. Mangiare a Barcellona è un viaggio nel viaggio, un incontro di culture al crocevia dei sapori. Ecco il nostro vademecum:

Culture del cibo
Mangiare la paella a Barcellona
Andare per tapas
Ristoranti di carne
Ristoranti vegetariani e vegani
Fast-food per tutte le tasche
Mercati e street food
Attività e tour gastronomici
Da ricordare

Essere una capitale gastronomica non è cosa di cui tutte le grandi città possono vantarsi. A Barcellona pare venga naturale. Mangiare a Barcellona non è una questione di ristoranti di lusso – pur non dimenticando che la città natale del rinomato chef Ferran Adriá ospita 23 ristoranti stellati Michelin – ma un’occasione per sperimentare un rapporto speciale con la tavola, che comincia dall’orario in cui di solito si cena: tardi, molto tardi. A Barcellona, non rischiate di saltare la cena se uscite famelici da uno spettacolo di flamenco alle 22. Qui, come in altri luoghi in cui il sole dei (molti) mesi caldi rende tutto un po’ più faticoso, quasi non si pensa a mangiare prima delle 21...

Culture del cibo: dalla paella allo street-food locale

pan con tomatePa amb tomaquet - foto via wikimedia.org

... A meno che non si opti per uno snack rinfrescante come il pa amb tomaquet: il gusto dolce-acidulo del pomodoro, sfregato sul pane, con aggiunta di olio e sale può non sorprendere chi viene dal Paese della bruschetta, ma è la merenda di intere generazioni di bambini catalani (e dei meno bambini). La gastronomia catalana offre anche pietanze più complesse che vanno dalla paella mista di pesce e di carne (mar i muntanya) al conill amb cargols (coniglio con lumache), sempre più difficile da trovare sui menù.

Cultura del cibo a Barcellona vuol dire anche tapas: il richiamo di tanti stuzzicanti assaggini di varie specialità che da sempre fa incagliare milioni di turisti e locali al bancone di un bar, come Ulisse con le sirene. Durante la vostra visita potrete scegliere tra ristoranti tradizionali, e quelli con influenze più esotiche, per tutte le tasche, e spizzicare street food tra chioschetti e mercatini.


Mangiare la paella a Barcellona: il melting pot in tavola

la paella

Visitare Barcellona e non degustare la paella dovrebbe essere considerato illegale. In una della varianti locale, i frutti di mare (mariscos) si sposano col pollo e vanno a vivere assieme al riso nel paellador, il padellone apposito che a volte viene portato direttamente in tavola. Molto apprezzata è anche la fideua, una versione in cui al posto del riso si usano i fideos (dei maccheroncini di pasta). Ecco un paio di indirizzi per andare sul sicuro:

arume barcelonafoto via fb.com/arumerestaurantAl ristorante Arume, la varietà informale dell’arredamento si riflette anche nel menù, che propone curiosità quali il croccante di polpo con spuma di patate e offre la paella con anatra e peperoni e quella classica ai frutti di mare. Si trova nel cuore del Raval, all’11 di Carrer d’En Botella; una Paella viene attorno ai € 15.

barraca barcelonetafoto via fb.com/barracabarcelonaAl ristorante Barraca, potrete degustare l’arroz mixto con vari tipi di carne, verdure e calamari e se vi sembra che il profumo di mare pervada l’aria, forse è anche perché siete comodamente seduti nella splendida terrazza che si affaccia sul lungomare di Barceloneta. Paella sui € 20; al numero 1 di Passeig Maritim, Barceloneta.


Andare per tapas a Barcellona: pasito a pasito tra una miriade di sapori

tapasTapas de pimientos - foto di Astrid Berglund via flickr CC

Dire tapas a Barcellona equivale a dire aperitivo a Milano o pub a Londra. Non si tratta semplicemente di gozzovigliare, ma della cultura del bere, del mangiare e, soprattutto del condividere. La tapa (letteralmente tappo) era un piattino contenente un assaggio di una qualche pietanza particolare che osti e baristi offrivano agli avventori assieme alla bevanda ordinata, posizionandolo sul bicchiere a mo’ di coperchio, appunto.

Le tapas dei nostri giorni, pur rimanendo leccornie a piccole dosi, non vengono più usate per tappare un bicchiere di vino tinto ma interpretate come un modo di fare cena con tante specialità diverse dai sapori più disparati, a prezzi relativamente contenuti.

Passo dopo passo, una tapa alla volta, arriverete sulla costa per assaggiare il pulpo a la gallega e andare a pesca di zamburiñas (cappesante alla marinara), mejillones rellenos (cozze gratinate), chopitos o punitllas (seppioline fritte in pastella) e gambas (gamberoni) in tutte le salse, letteralmente (buonissimi all’allioli, per chi non teme l’aglio). Già stanchi? Non è da voi su... finite il vostro bicchiere di albariño, il bianco perfetto per accompagnare i piatti di mare, e preparatevi a viaggiare verso l’interno per degustare il chorizo (cotto nel vino o nel sidro) o i formaggi manchego o tetilla abbinati a olive o acciughe, e seguiti da patatas bravas, per finire con la “lotteria” dei pimentos de Padrón (uno pica y otro no, aggiungono gli spagnoli) che sono dei peperoncini fritti, tutti dolci per la maggior parte, tranne quando vi capita quello super piccante, riconoscibile nell’aspetto perché è esattamente identico a tutti gli altri... troppo piccante? Nessun problema: un bel sorso di rosso della casa e passa tutto.

Potete cominciare il viaggio in maniera un po’ più tradizionale, e cioè in quei locali in cui le tapas vengono ancora presentate sul bancone del bar, o seduti e serviti al tavolo.

tapas el xampanyetfoto di Annette Dubois / flickrEl Xampanyet, dietro la Rambla del Born, è un locale a conduzione familiare che ricorda un baretto di altri tempi. Un posto alla mano in cui provare le anchoas (acciughe) e altre specialità. Lo trovate al 22 di Carrer Montcada.

tapas bormuthfoto via fb.com/bormuthbarcelonaNon lontano si trova il ristorante-vermuteria Bormuth. Il vermut è un tipico drink da aperitivo e le vermuterie sono la risposta a questa tradizione. In questo locale caldo e accogliente, potrete berne un paio mentre vi rifocillate coi calamares in pastella o con le albondigas (polpette al sugo). A pochi passi da Parc de la Ciutadella, in Carrer Rec, nº 31.

tapas la masia barcelonafoto via TripadvisorSe vi trovate in Ciutat Vella, vicino al Museo d’Arte Contemporanea, potete fermarvi a La Masia e assaggiare la tortilla de patatas: il grande classico. In C/ d’Elisabets, 16; chiuso la domenica.

bitacorafoto via fb.com/bitacorabarcelonetaDa Bitacora, i mejillones sono al vapore, i boquerrones (acciughe) all’aceto e i chipirones (calameretti) all’andalusa. Il locale si trova in Carrer de Balboa, 1, dalle parti del porto. Non accettano pagamenti con carta.


Ristoranti di carne a Barcellona

jamon prosciuttoProsciutto Jamon - foto di Joe Flood via flickr CC

La tradizione culinaria delle tapas contempla anche piatti di carne come il pincho moruno, uno spiedino con carne di manzo, pollo o agnello, il solomillo, un medaglione di maiale servito in salsa di formaggio, di cipolle o marinato al vino bianco e uno stufato di manzo al peperoncino, chiamato carcamusa. Se però volete mangiare una buona tagliata o un hamburger particolare, potete provare uno di questo posti:

bardeni meatbarfoto via fb.comBardeni el Meatbar è un ristorante specializzato in carni di qualità, capitanato dal pluripremiato chef Deni Lechuga, dove potrete deliziare il palato con la tagliata di Vaca Charolais o la tartare di manzo. Si trova in Carrer Valencia, 454; aperto da martedì a sabato, la cucina chiude alle 22.30.

centonzefoto via centonzerestaurant.comCentonze (centoundici) si chiama così perché si trova sulla Rambla a quel civico e, dicono, perché sta a 111 passi dal mercato della Boquería, il mercato da cui si rifornisce dei migliori ingredienti. Qui potrete provare il filetto di maiale iberico al porto e purè di carciofi, tra i tanti altri piatti di carne.

el rincon criollofoto via fb.com/RestauranteRinconCriollobcnA El Rincón Criollo le influenze sudamericane si fanno sentire. In questo ristorante argentino non potete non provare il solomillo. Aperto tutti i giorni fino a mezzanotte, si trova in Passeig de Sant Joan, 72.


Ristoranti vegetariani e vegani a Barcellona

Non mancano i ristoranti per chi preferisce evitare i prodotti di origine animale:

quinoa vegetarian barfoto via thegoodglobe.com/Quinoa Bar Vegetarià è un ristorantino con pochissimi coperti e un menu semplice che comprende spaghetti di zucchine e hamburger vegetali. Potete godervi l’atmosfera raccolta di questo locale recandovi a Travessera de Grácia, 203.

teresa carles vegetarianofoto via fb.com/TeresaCarles1979Teresa Carles è lo chef che oltre 35 anni fa ha fondato il ristorante vegetariano/vegano che porta il suo nome. Vi offrirà una selezione di tapas vegetariane e specialità di pasta artigianale. Teresa vi aspetta in Carrer de Jovellanos, 2 a pochi passi da Plaza de Catalunya.


Fast-food per tutte le tasche

Se volete un hamburger al volo o un pezzo di pollo fritto, a Barcellona non mancano certo le grandi catene di fast-food. Ma potete trovare un panino come si deve, economico, e forse un poco più salutare anche in alcuni fast-food locali.

fast food pans companyPans&Company è una catena di fast food che da 25 anni è specializzata in bocadillos, la mezza baguette farcita con gli ingredienti più disparati.

Offre una vasta selezione e si trova in vari angoli della città e del centro, trovarne uno non vi sarà difficile!


Mercati: la nuova frontiera dello street food

mercato boqueria

Se volete trovare prodotti freschi di giornata, succhi di frutta appena pressata, ma anche snack da mangiare mentre si passeggia col naso per aria, non potete mancare una visita a un mercato locale.

Alla Boquería, il meraviglioso mercato che si affaccia sulla Rambla, potete comprare pane appena sfornato, jamon Serrano (il tipico prosciutto crudo iberico) e queso manchego, ed ecco che avete preparato un panino da mangiare mentre continuare a passeggiare per il mercato o vi dirigete verso il porto di Barcellona.


Tour gastronomici: Portate con voi il segreti della cucina locale

Non vi piacerebbe saperne di più sul cibo che avete degustato durante la vostra vacanza a Barcellona? La cucina spagnola è semplice e genuina, ma per fare le cose per bene occorre sapere i trucchi del mestiere.

Agli amanti del cibo, la città offre tantissime esperienze dirette come ad esempio un corso di poche ore per imparare a preparare le tapas.


Da ricordare

È bene ricordare che si cena tardi e che durante il fine settimana conviene prenotare per evitare lunghe attese. Alcuni ristoranti tradizionali sono così tradizionali che accettano solo pagamenti in contanti: meglio verificare all’ingresso.

Avete scoperto un ristorantino che vi è piaciuto particolarmente? Fateci sapere dove si trova e perché vi ha conquistato, nella sezione riservata ai commenti.

13
Quanto ti è stato utile questo articolo?
foto copertina di Robert Young via flickr CC 2.0
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Alloggi a Barcellona per tipologia

VIVI Barcellona è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0